Somministrazione Alimenti e Bevande(apertura Esercizi Commerciali (bar Pizzerie Pescherie Trattorie Ecc Ecc)

Associazione Cultura D'Impresa
A Roma

600 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 120 ore di lezione
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Zoe Fontana , 220 - Edificio B/2 - Scala A - Primo Piano - , 00131, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

CORSO ABILITANTE CON ESAME FINALE IN SEDE PE APERTURA ESERCIZI COMMERCIALI

Si fa presente che attualmente è in vigore la Legge regionale 21 settembre 2007, n. 29, pubblicata sul BUR n. 84/2007, che all’art.4, comma 6 stabilisce :

“L’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande è altresì subordinato al raggiungimento della maggiore età, salvo che si tratti di minore emancipato, nonché al possesso di uno dei seguenti requisiti professionali:

  1. aver frequentato, con esito positivo, un corso di formazione professionale, con esame finale, istituito o riconosciuto dalla Regione avente ad oggetto l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, ovvero essere in possesso di un diploma di istituto secondario o universitario attinente l’attività;
  2. essere stato iscritto al registro esercenti il commercio di cui alla legge 11 giugno 1971, n. 426 “Disciplina del commercio” per l’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, o alla sezione speciale del medesimo registro per la gestione di impresa turistica, salvo cancellazione dal medesimo registro, volontaria o per perdita dei requisiti;
  3. aver superato in data successiva al 1° gennaio 2001 l’esame di idoneità per l’iscrizione al registro esercenti il commercio per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 426 del 1971, come richiamato dall’articolo 2 della legge 25 agosto 1991, n. 287 “Aggiornamento della normativa sull’insediamento e sull’attività dei pubblici esercizi”.

Stante quanto sopra, da oggi il Comune dovrà provvedere direttamente alla verifica del possesso dei requisiti nei confronti del titolare della ditta individuale o del legale rappresentante della società (oppure del suo delegato).