Ginnastica Pre & Post Parto

Enjoy Moving SNC di Basile Fabio & Riccardo
A San Severo

40 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • San severo
  • Durata:
    1 Mese
Descrizione


Rivolto a: Tutte le donne in gravidanza e tutte le donne che hanno partorito da poco.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
San Severo
VIA ERGIZIO, 70, 71016, Foggia, Italia
Visualizza mappa

Programma

Una moderata attività fisica è uno dei fattori che una donna in stato interessante deve tenere presente nella sua preparazione al momento del parto.

Esistono esercizi che hanno l’obiettivo di fare mantenere alla gestante una buona forma fisica per tutta la durata della gravidanza, consentendole anche di evitare i rischi connessi all’eventuale assunzione di una postura scorretta.

Nella donna incinta, la gravidanza determina numerosi cambiamenti che interessano lo scheletro, i muscoli e le articolazioni.
Per prevenire i possibili problemi legati alle modificazioni fisiologiche a cui il corpo è soggetto, la soluzione ottimale è di dedicarsi a un’adeguata ginnastica pre parto, naturalmente dopo avere sentito il parere del ginecologo.

Il parto coinvolge diversi muscoli, come gli addominali e il pavimento pelvico, che possono essere preparati all’evento della nascita del bambino. Importante è poi allenare anca, cosce e colonna vertebrale, sottoposte a un carico di lavoro maggiore durante i nove mesi di gestazione.

È essenziale inoltre fare allenamento per migliorare la funzionalità dell’apparato cardiovascolare, in modo da facilitare il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive al feto, favorire il controllo della respirazione e contenere il ristagno venoso negli arti inferiori.

Durante la gravidanza, sono utili gli esercizi di stretching per attivare la muscolatura senza sforzi eccessivi, esercizi di tonificazione con carichi di lavoro bassi e serie lunghe e la camminata veloce, 10/15 minuti a 4 o 5 km/ora.

Particolare attenzione va prestata al primo trimestre di gravidanza, in cui è di norma impedita l’attività fisica, essendo più alto il rischio di un aborto spontaneo. In questo periodo, se il ginecologo consente di svolgere un training leggero, è preferibile evitare qualsiasi esercizio che serva ad aumentare la muscolatura.