Il livello di preoccupazione alimentare è cresciuto rapidamente negli ultimi decenni. L’aumento di prodotti transgenici, la sensazione di mangiare cibo prodotto a catena e l’inquietudine per quanto riguarda le condizioni in cui vivono gli animali, sono solamente alcune delle chiavi di lettura che confermano i timori dei consumatori. Nasce quindi il bisogno di trovare nuove vie di sostentamento alimentare, una di queste è la cosiddetta agricoltura biologica, i cui stabilimenti e prodotti si distinguono dalla concorrenza grazie al marchio di qualità. Principale differenza rispetto gli altri prodotti consiste nella coltivazione, ovvero senza fertilizzanti chimici che accelerano la crescita di verdure, rispettando l’ambiente e conservando la fertilità del terreno. Non solamente un maggior rispetto per ambientale, bensì prodotti freschi e nutrienti, dal sapore più intenso.

Con la recente crisi, numerose sono le persone (specialmente giovani) che hanno optato per il lavoro agricolo anche se la domanda del settore rimane più alta della forza lavoro. Oltre alla realizzazione di un processo di autogestione alimentare, c’è chi ha deciso di creare piccole e medie imprese per vendere i loro prodotti ai vicini o addirittura diventare fornitori dei negozi sopra menzionati. Tuttavia, per intraprendere questo tipo di attività è necessario disporre di particolari licenze e conoscenze. La formazione è importante in ogni settore lavorativo, maggiori sono le qualifiche che ottieni, più alta è la probabilità di avere successo.

CORSO DI IMPRENDITORE AGRICOLO PROFESSIONALE
GL 3000 SERVICES SRL
590 €
Vedi di più
Agribusiness management development program 2017-2018
SDA Bocconi School of Management
10.000 €
Vedi di più

Cosa posso studiare per lavorare nel settore agricolo?

Come in tutte le discipline ci sono diversi gradi di specializzazione, ciò ovviamente dipende dalle aspettative di ognuno. Se la tua aspirazione è quella di coltivare verdure per l’autoconsumo, molto probabilmente un corso di giardinaggio biologico ti fornirà gli strumenti base necessari. Se invece il tuo obiettivo è quello della produzione agricola, vi sono numerosi cicli di formazione professionale come per esempio l’indirizzo agroecologico che ti insegnerà ad ottenere prodotti agricoli biologici, tecniche agricole e zootecniche, migliorare la biodiversità e molto ancora!

Naturalmente, tieni presente la possibilità di fare un ulteriore passo avanti e diventare un vero specialista iscrivendoti ad ingegneria agricola. Qui approfonderai senza dubbio la pratica agricola che richiede la conoscenza dell’ecologia e dei fattori ambientali. Inoltre, apprenderai a padroneggiare le tecniche finalizzate allo sviluppo di un’agricoltura efficiente con strumenti all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente

, , ,

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *