Parlare le lingue aiuta nel mondo del lavoro. È un’affermazione ovvia, ma è giusto ricordarlo. In un sistema sempre più globalizzato come quello di oggi i rapporti commerciali tra gli stati di tutto il mondo sono sempre più fluidi. Abbattere quindi anche la barriera linguistica può essere la soluzione per rafforzare i rapporti commerciali con partner esteri. Ma oltre all’inglese, ormai considerato un prerequisito per lavorare in moltissimi ambiti, quali sono le lingue da studiare perchè più ricercate nel mondo del lavoro? Scoprilo con noi di Emagister!

Corso di Preparazione IELTS a Londra
The London School of English
1.973 €
Vedi di più
CORSO IN FASHION ENGLISH LANGUAGE
Accademia del Lusso
Consultare
Vedi di più

La laurea in lingue è più utile di quanto si racconta

È necessaria una premessa. Spesso si considera la laurea in lingue poco utile per il mondo del lavoro, ma non è proprio così. Sopratutto al giorno d’oggi quando i rapporti commerciali di molte aziende implicano l’assunzione di lavoratori che conoscono lingue “alternative”. Se in passato la laurea in lingue poteva essere spesa soprattutto in ambito umanistico e restava quindi circoscritta a insegnamento, traduzione e interpretariato, oggi grazie alla globalizzazione, sono molteplici i campi in cui una laurea in lingue viene ricercata. Dal turismo, per il numero sempre crescente di viaggiatori da tutto il mondo, alla comunicazione, fino a tutte le aree commerciali di aziende che hanno relazioni con clienti stranieri.

 

Inglese

La lingua mondiale. Oggi è essenziale per lavorare, spesso i datori di lavoro la considerano un prerequisito. Soprattutto per chi esce dal mondo universitario, ma non solo. In ogni ambito parlare l’inglese correttamente è fondamentale per poter lavorare.

 

Francese

Riguardo al francese esiste un altro falso mito, cioè che è una lingua che non serve più. Ma ancora una volta non è così. Oggi è una lingua parlata in più di 50 paesi, molti dei quali possibili partner commerciali importanti come tutti gli stati del Maghreb (Marocco e Tunisia su tutti), Egitto, Sud-Est asiatico (Vietnam, Laos e Cambogia). Se poi il tuo obiettivo è lavorare nel mondo della politica e della diplomazia, allora il francese è tanto importante quanto l’inglese, avendo lo status di lingua ufficiale in molti dei principali organi internazionali como l’ONU o l’UE. Inoltre i rapporti commerciali tra Italia e Francia sono ancora molto stretti.

 

Spagnolo

È la seconda lingua più parlata al mondo, è la lingua madre di tutta l’America Latina, zona in cui molti paesi si stanno sviluppando economicamente sempre più proponendosi come importanti partner commerciali, molto più che nel passato. Anche negli USA lo spagnolo è molto parlato per la massiccia immigrazione dal resto del continente. La Spagna inoltre è uno dei paesi con cui l’Italia ha il maggior livello di scambi import-export.

 

Tedesco

È una lingua molto complessa, ma quanto mai utile. Si parla solo nell’area germanofono europea, ma la Germania è la locomotica economica del continente. I rapporti con le aziende tedesche sono molto stretti. Se poi il tuo obiettivo è il turismo, allora il tedesco è di grande aiuto per la massiccia presenza di turisti tedeschi nel nostro Belpaese.

 

Arabo

È la lingua ufficale in 28 paesi, molti dei quali si affacciano su Mediterraneo. Se ci spostiamo invece verso il Medio Oriente, molti di questi paesi como Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi in questi ultimi anni hanno fatto irruzione nell’economia mondiale. E considerando che in questi stati l’inglese rimane ancora una lingua poco parlata, proporsi parlando arabo, la lingua madre di questi partner commerciali, può essere sicuramente un punto di forza.

 

Cinese

Da un punto di vista economico e commerciale, la Cina è la nazione del futuro. Si stima che in pochi anni il PIL della Cina supererà anche quello degli USA. Sempre più aziende si stanno aprendo al mercato cinese e, come per l’arabo, la possibilità di proporsi a partner commerciali cinesi parlando la loro lingua, può essere sicuramente un vantaggio. Lo sviluppo economico cinese ha fatto poi crescere esponenzionalmente il numero di turisti cinesi in Europa e in Italia.

 

Russo

Anche la Russia è un partner commerciale sempre più importante per la nostra economia. E anche in questa nazione lo studio dell’inglese non è così diffuso. Ecco quindi che un lavoratore che parla russo può essere molto ricercato dalle nostre aziende che operano in Russia.

, , ,

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *