Abbinamento Cibo-Vino

Ricerca e Cooperazione
A Roma

300 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 15 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Basi per degustazione di vini da associare ai cibi.
Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
via Savona 13/a, 00182, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Professori

Sara Mosad Mohamed Mahmoud
Sara Mosad Mohamed Mahmoud
laurea

madrelingua Araba, cittadinanza egiziana, laureata in scienze delle comunicazioni (relazioni pubbliche), insegnante di arabo presso scuole private di lingue.

Programma

Il corso si sviluppa in cinque incontri.
Ogni lezione prevede un’introduzione teorica, durante la quale affronteremo i principali argomenti gastronomici e le fondamentali tracce di un menu. A questa segue la parte pratica, con gli assaggi e la discussione. Ogni volta degusteremo tre piatti,di cui uno caldo, in accostamento ad almeno sei vini. Questo ci consentirà di paragonare abbinamenti rassicuranti e confortevoli a esperimenti più estremi e rischiosi. La natura del vino vi stupirà, anche nella bottiglia più imprevedibile c’è la vena che la dispone al cibo: la condizione essenziale è che il vino sia sano, naturale e in grado di esprimere il territorio da cui proviene. Le cinque lezioni
1) mercoledì 3 febbraio Primi appunti di teoria dell’accostamento tra il cibo e il vino. Gli antipasti caldi e freddi, le crudità, i salumi e gli insaccati.
2) mercoledì 10 febbraio Come si costruisce un menu e come delineare la sequenza dei vini. Come si comporta il vino sui primi piatti: amidi, carboidrati e sughi, fra tradizione e innovazione.
3) mercoledì 17 febbraio Qual è il profilo di un vino duttile e facile da abbinare. I pesci, i crostacei, i frutti di mare, storia di un accostamento complesso e foriero di sorprese.
4) mercoledì 24 febbraio Il rapporto tra il vino e le materie prime particolari. Le carni, un matrimonio di sostanza; le loro cotture, quando è indispensabile conoscere la trasformazione di una ricetta.
5) martedì 2 marzo Non esiste il matrimonio perfetto, esistono accostamenti possibili. C’è sempre un vino per un formaggio. I dolci, la vera dannazione del sommelier. Maria Cristina Buffa cuoca e a capo del cesto delle meraviglie, selezionerà le materie prime, si occuperà dell’ideazione e della realizzazione dei menù.
I vini sono selezionati da Sandro Sangiorgi, che guiderà tutte le lezioni, coadiuvato in sala dai sommelier di SospiriDivini.
La scelta delle bottiglie ha il consueto, altissimo, livello qualitativo delle iniziative porthosiane e spazia al di fuori dell’Italia, così da mettere alla prova il pregio maggiore di un vino, la sua universalità. Compreso nel prezzo del corso, 6 bicchieri da degustazione e la nuova edizione, riveduta e corretta, del Matrimonio tra cibo e vino di Sandro Sangiorgi. I vini vengono serviti alla cieca. Alla fine del corso insieme all’elenco dei vini degustati verrà consegnato un attestato di partecipazione.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto