Direzione del Personale

MELIUSform
A Roma e Milano

3.500 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto

Informazione importanti

Descrizione

Obiettivo del corso: Il Master si pone l'obiettivo di formare esperti nella funzione HR (sia in azienda che nella realtà consulenziale) in grado di operare con strumenti testati sui temi dell'Organizzazione aziendale, della Selezione e della Formazione del personale. Tali competenze saranno completate da una conoscenza esauriente delle forme contrattuali e degli adempimenti del rapporto di lavoro, dall'assunzione alla cessazione del rapporto stesso, e da una formazione nella gestione delle relazioni sindacali.
Rivolto a:. Laureati e laureandi in discipline economiche ed umanistiche. Professionisti. Personale di azienda. Consulenti. Imprenditori Sono ammessi anche i "non laureati" nella misura in cui siano in grado di dimostrare di aver maturato delle esperienze lavorative significative.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Corso di Porta Romana 46, 00122, Milano, Italia
Visualizza mappa
Consultare
Roma
via Cavour, 50A, Roma, Italia
Visualizza mappa

Professori

Alberto Bortoletto
Alberto Bortoletto
Dottore

Iscritto all’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Padova. Fondatore di uno studio professionale si occupa di amministrazione e gestione del personale nel quale sviluppa diverse competenze. Dal 2004 è Consulente Tecnico del Tribunale Civile di Padova.

Alberto Iavarone
Alberto Iavarone
Dottore

Alessandro Di Giorgio
Alessandro Di Giorgio
Dottore

Alfonso Festa
Alfonso Festa
Dottore

Psicologo e psicoterapeuta, ha lavorato per diverso tempo, legato a società internazionali, come consulente aziendale, collaborando con molte delle Aziende del Gruppo Finmeccanica, con le principali aziende farmaceutiche attive sul mercato italiano e con diverse imprese del segmento moda. Collabora con la facoltà di Psicologia di Roma. Dal 2007 è il Direttore Risorse Umane della David Mayer Naman.

Angelo Sica
Angelo Sica
Dottore

Programma

Modulo : L'ORGANIZZAZIONE IN AZIENDA

Lezione 1
LO SCENARIO DI RIFERIMENTO: LA GLOBALIZZAZIONE

• L'epoca dei mutamenti sotto il segno della globalizzazione
• Crollo delle ideologie, crisi dei valori, superamento delle forme politiche preesistenti
• La mondializzazione: pro o contro?
• La nuova impresa: elefante o delfino?
• Il consumo tra bisogni e desideri, nuovi prodotti e servizi
• L'intelligenza flessibile: ovvero come convivere con il terremoto
• Esercitazione: rappresentazioni mentali della globalizzazione

Lezione 2
EVOLUZIONE STRATEGICA ED ORGANIZZATIVA DEL PIANETA AZIENDA

• Evoluzione storica della struttura aziendale: dall'azienda burocratica alla slim organization
• Mercati e strutture organizzative
• Dall'orientamento al compito all'orientamento al risultato
• Lavorare per compiti e lavorare per processi
• Evoluzione storica e culturale della Direzione Risorse Umane
• Esercitazione: Organizzazione per compiti e per processi

Lezione 3
LA CULTURA ORGANIZZATIVA

• Come definire la cultura organizzativa
• Le dimensioni della cultura organizzativa
• Vision, mission e valori
• Come leggere la cultura
• Le funzioni della cultura nelle organizzazioni: valori e comportamenti
• Come la cultura influenza i processi organizzativi
• Il linguaggio digitale e il linguaggio analogico nell'interpretazione degli assunti culturali di un'organizzazione
• Esercitazione: tipo di business e cultura aziendale

Modulo: IL PROCESSO DI SELEZIONE DEL PERSONALE

Lezione 4
LA VALUTAZIONE

• I processi Human che afferiscono ai Dipartimenti HR (selezione, formazione, sviluppo) da interno o da consulente
• La versatilità della valutazione: selezione d’ingresso, valutazione in corso di carriera per selezioni interne, crescite, passaggi e riorganizzazioni e ridimensionamenti organizzativi, individuazione del potenziale
• Il valutatore: skill personali, deontologia e impatto sull’organizzazione
• L'analisi della domanda (capire le esigenze del cliente interno e/o esterno)
• Job Analysis e Modello di Competenze
Lezione 5
LABORATORIO: VALUTARE LE COMPETENZE
Roma - 30/11/2012 - Centro Congressi Cavour

• Cosa devo valutare? Scegliere comportamenti osservabili e misurabili e tradurli in competenze
• Business Case da risolvere in sottogruppi: disegnare il profilo ricercato dal nostro cliente interno e/o esterno con la tecnica delle competenze
• Feedback tra pari sulla performance
Lezione 6
IL PROCESSO SELETTIVO
Roma - 01/12/2012 - Centro Congressi Cavour

• L'inserzione e la scelta dei canali di recruiting
• La convocazione
• Gli step selettivi:
 o Testing (questionari, role play, in-tray, esercizi di gruppo)
 o Intervista
 o Rilevazione competenze tecniche
 o Reporting
• La scelta e la proposta economica
Lezione 7
LABORATORIO: DISEGNARE UN PROCESSO SELETTIVO
Roma - 21/12/2012 - Centro Congressi Cavour

• La strada più efficace, breve ed economica per raggiungere l’obiettivo
• Business Case da risolvere in sottogruppi: disegnare il percorso selettivo per il nostro cliente interno e/o esterno
• Feedback tra pari sulla performance
Lezione 8
APPROFONDIMENTI TECNICI: LA CONDUZIONE DELL’INTERVISTA E LA STESURA DEL REPORT
Roma - 22/12/2012 - Centro Congressi Cavour

• L'intervista: approfondimenti tecnici e metodologici, gli errori più comuni, le percentuali di successo
• La stesura del report e la restituzione al cliente/candidato/Responsabile di Linea

Lezione 9
LABORATORIO: CONDURRE UN’INTERVISTA DI SELEZIONE

• Interviste di selezione in sottogruppi
• Feedback tra pari sulla performance
• Take Away: cosa ci portiamo a casa di questo modulo. In cosa ci sentiamo più competenti, cosa ci aspettavamo e non abbiamo avuto

Lezione 10
APPENDICE: IL FEEDBACK NEGATIVO

• L'altra faccia della medaglia: la comunicazione negativa. Impatti sull’organizzazione e necessità di best practice
• Il feedback al candidato: comunicare la propria decisione o valutazione negativa al candidato, soprattutto quando è già integrato in azienda (mancata promozione, licenziamento, indicazioni di ulteriore sviluppo)
• Prevenire contraccolpi polemici, impatti negativi sull’organizzazione e contenziosi
• Esercitazioni in sottogruppo

Modulo: LA FORMAZIONE

Lezione 11
ANALISI DEI BISOGNI

• Cosa vuol dire "fare Formazione"
• Il ruolo della Formazione in Azienda
• Analisi dei bisogni di Formazione (in cosa consiste, fasi e strumenti)

Lezione 12
PROGETTARE LA FORMAZIONE - Parte I

• Obiettivi didattici
• Rapporto Committente/Formatore
• Come progettare la Formazione (aspetti "pratici" da considerare)
• L'apprendimento negli adulti
• Macroprogettazione (come progettare le unità didattiche)

Lezione 13
PROGETTARE LA FORMAZIONE - Parte II

• Microprogettazione (come preparare il materiale didattico)
• Progettazione come processo circolare

Lezione 14
METODOLOGIE DIDATTICHE ATTIVE

• Lezioni
• Discussioni
• Lavori di gruppo
• Esercitazioni
• Roleplaying
• Simulazioni
• Metodo dei casi
• Business games
• Outdoor training

Lezione 15
RAPPORTO METODOLOGIE/OBIETTIVI E VALUTAZIONE DELLA FORMAZIONE

• Come costruire un caso
• Come strutturare un Role playing
• Cosa analizzare e come interpretare
• Dare il feedback all'aula e gestire le domande
• Valutare la Formazione

Modulo: LO SVILUPPO DEL POTENZIALE UMANO

Lezione 16
VALUTARE PER SVILUPPARE

• Sviluppare le persone nelle organizzazioni: che impatto ha sul business
• La valutazione delle risorse affinchè le si possano supportarle nel loro sviluppo:
 o Valutarli per quello che sanno fare ed hanno fatto: Performance appraisal
 o Valutarli per quello che potrebbero fare: Assessment Center
 o Valutarli per quello che vedono gli altri e per come si vedono loro stessi: Feedback a 360°

Lezione 17
LE TECNICHE PER SVILUPPARE LE PERSONE

• Training ortodosso ed eterodosso
• Job rotation ed affiancamenti
• Development Center e Autosviluppo
• Counseling, Mentoring & Coaching

Lezione 18
LABORATORIO

• Il piano di AutoSviluppo
• Esercitazioni in sottogruppi: condurre un colloqui motivazionale con finalità di sviluppo e fornire feedback all’altro fino a condurlo alla compilazione del proprio piano di auto sviluppo
• Feedback tra pari sulla performance
• Take Away: cosa ci portiamo a casa di questo modulo. In cosa ci sentiamo più competenti, cosa ci aspettavamo e non abbiamo avuto

Modulo: ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E RISORSE UMANE

Lezione 19
AZIENDA, IMPRESA, ORGANIZZAZIONE

I diversi significati di impresa ed azienda
• Gli organi statutari
• Poteri e doveri del datore di lavoro
• Deleghe e procure
• Il Dlg. 231 sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Lezione 20
STRUTTURA E COMPITI DELLE RISORSE UMANE NELL’AZIENDA MODERNA

• Gestione e formazione del personale
• Amministrazione del personale
• Pianificazione del personale
• Relazioni Industriali
• Normative, procedure e sistemi informatici HR
 Esempi pratici:
 o redazione dell’organigramma,
 o contenuti di una procura,
 o strumenti per pianificare gli organici.

Modulo: NORMATIVA ED ADEMPIMENTI DEL RAPPORTO DI LAVORO

Lezione 21
LA COSTITUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

• Fonti del diritto del lavoro
• Nozione di rapporto di lavoro subordinato
• Nozione di rapporto di lavoro autonomo
• Lavoro parasubordinato
• Lavoro a progetto
• Lavoro somministrato 
• Contratto di inserimento
• Apprendistato
• Lavoro a tempo parziale: orizzontale, verticale, ciclico, a coppia
• Lavoro a termine
• Normativa vigente e agevolazioni derivanti dalla tipologia del rapporto di lavoro
• Collocamento: ordinario – obbligatorio (L.68 /99)
Obblighi del datore di lavoro dipendente
• Le assicurazioni obbligatorie : INPS e INAIL
• La procedura COMUNICA per iscrizione e variazione
• L’accentramento amministrativo e contributivo
• Le autorizzazioni e le condizioni
• Il Libro Unico e il Libro Infortuni
• Adempimenti su Salute e Sicurezza ( Dl.81/2008)
• Adempimenti Privacy ( Dl.196/2003)

Lezione 22
ASSUNZIONI E PRESTAZIONE DI LAVORO

La lettera di assunzione
• Mansioni
• Qualifiche e categorie
• La certificazione del contratto
• Trasferimento
• Trasferta e distacco
• Le comunicazioni telematiche obbligatorie per assunzioni e trasferimenti
• Orario Ordinario
• Straordinario
• Flessibilità e banca ore
• Riduzione orario di lavoro
• Riposo settimanale
• Lavoro notturno
• La gestione degli expatriates
• La gestione dei lavoratori stranieri
• Esempi pratici
 o LUL e modulistica,
 o lettera di assunzione,
 o domanda di certificazione

Modulo: PAGHE E CONTRIBUTI

Lezione 23
LA RETRIBUZIONE: INTRODUZIONE ED ELEMENTI ACCESSORI

L’esame dettagliato della Busta Paga – caso concreto
L’elaborazione dei fondamentali di una Busta Paga - caso concreto

La Retribuzione come “corrispettivo”
• Retribuzione oraria e mensilizzata
• Singole voci della retribuzione contrattuale
• Mensilità ordinarie ed aggiuntive
• Premi
• Indennità
• Fringe benefits
• Gestione Buoni Pasto
• Auto in uso promiscuo
• Diarie e trasferte
• Rimborsi spese

CCNL Terziario (Commercio): struttura

La retribuzione nei periodi non lavorati
• Festività, ferie e permessi
• La Malattia e le modalità di certificazione
• Infortunio sul lavoro e relative modalità di denuncia.
• La Malattia professionale
• Computo del periodo di comporto
• Congedo matrimoniale
*La Maternità
*Congedi parentali
• Altre assenze retribuite

I caratteri della Retribuzione
I principi retributivi

Lezione 24
ESEMPI PRATICI

La previsione e la gestione del tempo lavorativo: calendario annuo ed orario di lavoro
• Foglio presenze: giornate lavorative, ferie, festività, malattia, maternità, aspettativa, ecc.
• La Retribuzione come “parametro”
• Calcolo della retribuzione nei periodi di malattia, infortunio, maternità ed aspettativa.

Lezione 25
L'IMPOSIZIONE CONTRIBUTIVA E FISCALE

Adempimenti contributivi
 • Retribuzione imponibile contributiva: previsioni normative
 *I contributi: inquadramento azienda, aliquote contributive, minimale e massimale
 • Il regolamento e la denuncia dei contributi : da DM10 ed EMENS a UNIMENS
 • La decontribuzione del salario di produttività
 • Gli adempimenti contributivi sulle ferie non godute
 • Le regolarizzazioni contributive

Adempimenti fiscali
 • Retribuzione imponibile fiscale: previsioni normative
* Detrazioni Fiscali (Lavoro dipendente, Coniuge e familiari a carico)
 • IRPEF ordinaria e separata
 • Addizionali ( regionale, comunale)
 • Conguaglio Fiscale e modello CUD
 • Dichiarazione del sostituto d’imposta: il modello 770
• Adempimenti assicurativi
 • Retribuzione imponibile contributiva INAIL
  o Inquadramento tariffario, il calcolo dei premi e la procedura dell’autoliquidazione
  o Autoliquidazione annuale del premio e modalità di pagamento
• Il versamento unificato tramite il modello F24: pagamenti , recuperi e/o compensazioni
• Il DURC

Lezione 26
ESEMPIO PRATICO ANCHE CON SUPPORTO DI EXCEL

La RAL 2012 di Carlo Rossi, impiegato del Commercio nell’azienda Saxa Rubra SpA
• Sviluppo del caso “Carlo Rossi”: 12 buste paga + 13^ e 14^

• Contributi ed imposte del lavoratore
• Conguaglio fiscale di fine anno: determinazione dell’imposta fiscale annua netta e relativo conguaglio con evidenza degli effetti pratici sulla retribuzione mensile del mese di dicembre
• Retribuzione annua netta

• DM10 e Modello Unificato di versamento: calcolo dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, compilazione del modello di denuncia delle retribuzioni (DM10); compilazione del modello di versamento delle ritenute fiscali (F24)
• Modello CUD: elaborazione dati e compilazione del modello
• Modello 770: elaborazione dati e compilazione del modello

DISCUSSIONE sul Modello 730 con compensazioni su F24 dei rimborsi concessi al dipendente direttamente dall’Azienda e da inserire su CUD e 770.


Lezione 27
PREVIDENZA COMPLEMENTARE

• La previdenza complementare
• Gli obblighi a carico dei datori di lavoro
• La scelta del Fondo da parte del dipendente
• I Fondi Chiusi e i Fondi Aperti

Lezione 28
LE COMPETENZE ED IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

• Liquidazione delle ultime competenze
• Retribuzione utile ai fini T.F.R.
• Il calcolo T.F.R.
• L'anticipazione del T.F.R.
• La tassazione del T.F.R. e delle indennità equivalenti
• La riforma del 2007 e la scelta sulla destinazione del TFR
Esempio pratico, anche con supporto di Excel
 o Calcolo delle competenze di fine rapporto: indennità di preavviso, ferie non godute, altre competenze di fine rapporto
 o Calcolo del trattamento di fine rapporto (TFR)
 o Determinazione delle imposte sul TFR ed indennità equipollenti


Modulo: BUDGET DEL PERSONALE E COSTO DEL LAVORO

Lezione 29
BUDGET DEL PERSONALE E COSTO DEL LAVORO

• Integrazione tra Budget Aziendale e Budget del Personale
• Piani pluriennali, budget annuali e revise budget
• La tempistica del budget aziendale e del personale
• La gestione del fattore tempo: orario e calendario annuo
• La programmazione ed il controllo degli organici: viste demografiche e professionali
• Le componenti del costo del lavoro:
 o Retribuzione diretta, indiretta, differita
 o Oneri contributivi e sociali, TFR
• La definizione del costo del lavoro: costi unitari complessivi, costo del lavoro per unità di prodotto, costi diretti, indiretti ed impropri
• Suddivisione del budget per livelli, qualifiche, centri di costo
Esempio pratico con supporto di Excel
 o Elaborazione del costo del lavoro su un caso dato

Lezione 30
IL SISTEMA DI REPORTING E TECNICHE DI CONTROLLO DI GESTIONE APPLICATA ALLE HR

Il Reporting quale potente supporto alla presa di decisioni
• Le analogie tra il processo di programmazione e controllo ed il processo di apprendimento: ricerca/analisi, modellizzazione, sperimentazione, attuazione
• Il marketing dell’informazione interna: i flussi di comunicazione e trasmissione dei dati interni all’azienda
• I rapporti tra Funzione HR, Controllo di gestione e Titolari di centri di responsabilità
• Le caratteristiche del reporting di tipo innovativo
• I destinatari della reportistica
• Reporting strategico e direzionale
• Gli indicatori quali-quantitativi del “tempo” e della “workforce”: correlazioni col costo: Indicatori gestionali complessi: efficienza, produttività, mol, valore aggiunto; Indicatori di Capitale Umano; Parametri di controllo/misurazione dei risultati della Funzione Risorse Umane;
Misurare i risultati della Direzione Risorse Umane
• Il controllo dei costi e la misurazione dei risultati e della performance
• Quali indicatori scegliere per misurare la performance della Direzione Risorse Umane
• Quali sono le responsabilità attribuite e le attività svolte che possono essere sistematicamente monitorate
Le azioni correttive: come migliorare processi, comportamenti organizzativi e prassi gestionali
•  Decisioni individuali e decisioni concordate
•  Il processo stimolo-risposta e il processo di feed-back: l’importanza di verificare il risultato atteso e di consolidare il risultato positivo

Modulo: LE RELAZIONI SINDACALI

Lezione 31
CESSAZIONE RAPPORTO INDIVIDUALE E COLLETTIVO, L'ESERCIZIO DEL POTERE DISCIPLINARE ED I DIRITTI SINDACALI IN AZIENDA

• Nozione
• Dimissioni
• Il licenziamento individuale
• Il licenziamento durante la prova
• Il preavviso
• La procedura corretta, i comportamenti da evitare
• La lettera di contestazione: come redigerla correttamente, cosa prevedere e soprattutto cosa evitare
• Il diritto di difesa del lavoratore
• Le attività istruttorie
• La rappresentanza sindacale e i suoi poteri
• Le principali fonti di diritto per un corretto inquadramento dell'attività sindacale
• Assetto e funzioni e delle organizzazioni sindacali in Italia
• Il sindacato in azienda: la costituzione delle RSA e RSU
• Gli adempimenti del datore di lavoro

Lezione 32
RAPPRESENTANTI E L'ASSEMBLEA

• I diritti sindacali fondamentali
• La qualifica di rappresentante sindacale: il diritto a specifiche forme di tutela
• L'assemblea: chi può indirla, con quali procedure, e doveri di salvaguardia dell’organizzazione aziendale
• Le informazioni che il datore di lavoro ha l’obbligo di trasmettere alle RSA: modalità e forme
• Il potere legale di intervento dei Rappresentanti Sindacali nell’ambito della gestione del rapporto di lavoro
• La partecipazione al contenzioso disciplinare
La negoziazione e gli interventi
• I livelli di negoziazione sindacale
• La contrattazione integrativa: organizzazione del lavoro, salario, orari, ecc.
• Il comportamento antisindacale: l’art. 28 dello Statuto dei Lavoratori
• La trattativa e le tecniche di negoziazione
• La redazione di un accordo
Esempi pratici
 o Stesura di una lettera di contestazione
 o Le parti che contrattano e redigono un accordo

Lezione 33
LA RIFORMA DELL'ISPEZIONE SUL LAVORO

• Le responsabilità penali del datore di lavoro in materia di:
 o assunzioni e libri obbligatori
 o ritenute fiscali e previdenziali
Esempi pratici
 o Esame di un verbale di ispezione

Lezione 34
CIG, CIGS E SOLIDARIETA'

• Cig ordinaria
• Cig straordinaria
• Cig in deroga
• Cig per solidarietà

Modulo: LE POLITICHE RETRIBUTIVE

Lezione 36
POLITICHE RETRIBUTIVE - Parte I

• Il clima aziendale e lo stile di management
• Le compatibilità economiche: principali variabili di cui tenere conto (andamento di mercato, incrementi contrattuali)
• Il fine delle politiche retributive aziendali
• L'indagine retributiva

Lezione 37
POLITICHE RETRIBUTIVE - Parte II

• Analisi e valutazione dei principali strumenti per l’attuazione delle politiche retributive aziendali:
 o Incrementi economici tradizionali (premi U.T., aumenti di merito)
 o Incrementi economici legati agli obiettivi
 o Sistemi M.B.O. per dirigenti e quadri amministrativi e tecnici
• I fringe benefits:
 o Partecipazioni azionarie
 o Stock options
• Le caratteristiche del premio di risultato
• Progettazione del premio di risultato

Ulteriori informazioni

Stage: MELIUSform propone stage presso aziende, società di consulenza, istituzioni, associazioni e studi professionali. l’Ufficio Placement offre GRATUITAMENTE consulenza nella ricerca dello stage ottimale senza alcun incremento sulla quota di partecipazione al Master, sostenendo inoltre tutte le spese amministrative inerenti l’attivazione dello stage (apertura posizione INAIL, assicurazione etc.)
Alunni per classe: 25
Persona di contatto: Ufficio Placement - dott. Fabio Catena

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto