In una società ideale non dovrebbero esserci disuguaglianze o problemi di integrazione. Tuttavia, nonostante i progressi scientifici e tecnologici, non esiste un paese che viene risparmiato dai pericoli dell’esclusione sociale. In altre parole, le disuguaglianze sono un problema strutturale del pianeta, a causa di problemi economici, di genere, etnici o di salute. Per questo motivo, l’intervento di professionisti del servizio sociale, che aiutino a promuovere la piena integrazione dei cittadini, è essenziale. E proprio questo è il lavoro degli assistenti sociali. Gli assistenti sociali si dedicano alla consulenza di enti pubblici e aziende in materia di integrazione, contestualmente alla definizione di programmi di intervento e di prevenzione.

Spesso confondiamo gli assistenti sociali con gli educatori sociali. Sebbene entrambi i profili lavorino per ridurre l’impatto della disuguaglianza, c’è una differenza fondamentale: gli assistenti sociali hanno un profilo più burocratico, mentre gli educatori hanno un rapporto più diretto con gli utenti.

Operatore Socio Sanitario
Future Consulting
2.000 €
Vedi di più
Educatore per l'Infanzia (Ex OPI Operatore dell’Infanzia)
Selform Consulting srl
850 €
Vedi di più

Che titoli servono per esercitare la professione in servizio sociale?

Per esercitare questo mestiere occorre un titolo di studio universitario e il superamento dell’esame di Stato che abilitante e che consente di iscriversi all’Albo professionale. In Italia occorre fare differenza tra l’Assistente Sociale (AS) e l’Assistente Sociale Specialista (ASS). Il primo offre servizio alle persone, limitandosi ai compiti sopraelencati, Il secondo, invece, può anche organizzare e gestire questi servizi, rivestendo, così, un ruolo dirigenziale.

Ma cosa fare una volta ottenuta la laurea? Per molti studenti, il passo successivo è prendere un master. Per fortuna, fino ad oggi, le opzioni nel campo dei servizi sociali sono molto varie. Di seguito ne presentiamo alcune. Quale preferisci?

Che master posso scegliere dopo la laurea in Servizio Sociale?

  1. Assistenza per i disabili. Le persone con disabilità, così come gli anziani in situazioni di dipendenza, rischiano un alto rischio di esclusione sociale. In questo senso, è consigliabile applicare politiche che promuovano la loro integrazione e la qualità della vita. Ad esempio, programmi di collocamento, accesso ad assistenti personali, spazi ricreativi adattati, ecc. I master in aiuto alla dipendenza sono una scelta ideale per affrontare tutti questi problemi, soprattutto ora che le società occidentali invecchiano in modo significativo.
  2. Mediazione. I mediatori si dedicano ad affrontare conflitti di vario tipo, ad esempio casi di bullismo, separazione delle coppie, ecc. Nel caso dell’assistente sociale, la mediazione diventa rilevante per una ragione: i contrasti che possono sorgere in una società interculturale con migrazioni costanti. Precisamente, una delle funzioni dell’assistente sociale è ridurre l’impatto del razzismo e delle disuguaglianze dovute all’origine geografica.
  3. Intervento sociale. L’intervento sociale comprende la collaborazione con diversi gruppi in una situazione di disuguaglianza: minori con famiglie problematiche, immigrati, vittime di violenza, persone in una situazione di dipendenza, ecc. Questo tipo di master offre una prospettiva globale di tutte le aree di lavoro di un assistente sociale.
  4. Educatore sociale. Come abbiamo già sottolineato, l’educazione sociale e il lavoro sociale hanno molti punti in comune. Se sei interessato ad analizzare l’integrazione dal punto di vista di un educatore, puoi farlo attraverso un master.
  5. Operatore Socio Sanitario (O.S.S.). Questa figura professionale fornisce un supporto infermieristico nell’assistenza di base, su differenti tipologie di attività. Tra le varie, aiuta i pazienti totalmente o parzialmente dipendenti nelle attività di vita quotidiane, applica piccole medicazioni, e collabora con altre figure medico-infermieristiche.

Quali opportunità lavorative ha un assistente sociale?

Una volta terminata la tua carriera universitaria e completato il master, le opportunità lavorative sono molto varie. Sebbene il campo dell’assistenza sociale sia l’opzione più conosciuta, non è l’unico, anzi tutt’altro. Ecco i modi in cui è possibile accedere al mercato del lavoro:

  • Sistema pubblico dei servizi sociali
  • Sistema sanitario pubblico
  • Settore della giustizia
  • Aziende private
  • Organizzazioni non governative
  • Nuovi ambiti di azione: cooperazione internazionale e solidarietà, mediazione culturale, ecc.

E tu? Se non hai ancora scelto cosa fare dopo la tua laurea, consulta le opzioni disponibili su Emagister. Ricorda che puoi scegliere corsi per ogni bisogno, tra la modalità presenziale, blended o online. Informati e scegli il master che fa per te!

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *